mercoledì 8 gennaio 2014

Cos'è l'Aloe Vera

La Pianta del Miracolo”.
Al giorno d'oggi tutti parlano di Aloe Vera, troviamo il suo nome scritto sui saponi, sulle creme, addirittura sui pannolini, ma pochi sanno cosa sia o ne conoscono a fondo le sue strabilianti virtù. L'Aloe Vera è una pianta che vive alle latitudini più calde e anticamente è stata chiamata in svariati modi, come “La  Pianta del Miracolo” o il “Guaritore Naturale”, per la sua capacità di favorire il benessere dell'organismo umano. Vive in ambienti caldi e secchi, appare come una pianta grassa, ma in realtà fa parte della famiglia delle Liliacee, a cui appartengono anche l'aglio, la cipolla, l'asparago e il giglio. Riesce a vivere in climi così ostili perché è in grado di chiudere i pori delle proprie foglie, impedendo la fuoriuscita di umidità e riuscendo a conservare all'interno di esse tantissimi elementi che la rendono ricca di proprietà benefiche. Esistono circa duecento varietà di Aloe, ma solo l'Aloe Barbadensis Miller o Aloe Vera è utile all'uomo, grazie alle sue capacità curative, conosciute già 5000 anni fa, come dimostrano documenti risalenti all'antico Egitto e alle civiltà mesopotamiche.

Ma lo spostamento dei popoli verso climi meno temperati, come il Centro-Nord Europa, e il rapido progredire della scienza medica nel mondo occidentale, hanno fatto cadere in disuso il suo utilizzo e la pianta non è stata più coltivata, se non in casi sporadici in ricordo delle antiche virtù. Con l'avvento della moderna scienza medica, basata su farmaci di origine chimica, molto efficaci per trattare le malattie, ci si è accorti con il tempo che il loro uso prolungato porta a complesse interazioni all'interno dell'organismo umano, come effetti collaterali e intossicazioni da accumulo di queste sostanze nelle cellule. È per questo motivo che, sul finire degli anni '70, alcuni ricercatori hanno deciso di prendere nuovamente in considerazione l'uso di terapie tradizionali e naturali che per molto tempo erano state dimenticate. Si è posta di nuovo l'attenzione sull'Aloe Vera, l'unica pianta avesse nel gel contenuto nelle foglie, tutte le risposte alle esigenze di curarsi in modo naturale e senza controindicazioni. Il problema principale era la stabilizzazione di questo gel: se tagliate a fette una mela e la lasciate all'aria, il frutto cambia velocemente colore, imbrunendosi.  È il fenomeno dell'ossidazione, cioè la polpa, a contatto con l'ossigeno dell'aria, innesca una reazione che porta la parte non più protetta dalla buccia a modificare la propria struttura. Stessa cosa accade con l'Aloe Vera, il cui gel contenuto all'interno della foglia è ben protetto dalla scorza esterna fibrosa, che ne impedisce la perdita di umidità e la protegge dall'atmosfera. Infatti, una volta tagliata la foglia, nel gel contenuto al suo interno inizia il processo di ossidazione e, dopo circa tre ore, esso perde gran parte delle sue proprietà naturali. Nel 1978, negli Stati Uniti, un'azienda ha acquisito diversi brevetti di “stabilizzazione a freddo”, un metodo di conservazione grazie al quale il gel resta nella sua forma originale, senza perdere la potenza e l'efficacia della foglia fresca. Questa azienda si chiama Forever Living Products.

La Forever Living Products è capace di produrre un gel di Aloe Vera puro, stabilizzato e privo di aloina (una fibra lassativa presente nella buccia), di una qualità che non ha rivali nel mondo. Inoltre, accanto al gel di Aloe Vera, ha in catalogo tantissimi integratori che interagiscono con esso per potenziarne l'azione benefica. La Forever Living Products è la prima produttrice mondiale di Aloe Vera (93% del mercato) e unica nella qualità dei suoi prodotti. Chiedete al vostro incaricato Forever Living i prodotti più indicati alle vostre esigenze. Fate una scelta di salute, abbiate cura di voi stessi con l'Aloe Vera!



Nessun commento:

Posta un commento